Autore Topic: sindrome del PIRIFORME  (Letto 5372 volte)

Offline Nardini

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 1
sindrome del PIRIFORME
« il: Gennaio 14, 2011, 02:17:35 pm »
Gentilissimo dottore,
 
sono una signora di 71 anni, mi è stata diagnosticata dalla mia fisiatra la sindrome del PIRIFORME, che neppure il mio ortopedico aveva riconosciuto, cercando su internet di sapere qualcosa su questa patologia, visualizzato il suo sito web ho appreso che nel suo centro è possibile fare dele terapie mirate per questa sindrome.
Ho fatto la TECAR (però solo 5 sedute), e Tens (sempre 5 sedute), con massaggio manuale e sono stata un pochino meglio ma, ho docuto sospendere la terapia perchè mi sono ammalata di influenza, ora sto veramente male non riesco a stare in piedi per il dolore, non riesco a stare dritta con la schiena e mi sto con una postura verso la sinistra.
Potrebbe essere così cortese di dirmi se queste terapie possono bastare riprendendo il ciclo delle stesse, al momento della sua risposta potrei ricontattarla per una eventuale visita.
Le faccio presente che abito a Certaldo in provincia di Firenze, ed immagino che dovrei trattenermi per diversi giorni, dato che la distanza non permette di andare e tornare in giornata, le chiedo quindi se dovendo fermarmi esiste la possibilità di prenotare una struttura alberghiera vicino a voi (magari convenzionata) per il tempo necessario, la ringrazio del tempo che ha voluto concedermi e la saluto cordialmente
 
 
laura nardini
 
 
p.s.- ho già fatto la risonanza magnetica della colonna vertebrale che ho già ha disposizione
 
« Ultima modifica: Aprile 28, 2014, 09:34:42 am da dr. Massimo Defilippo »



Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: sindrome del PIRIFORME
« Risposta #1 il: Gennaio 14, 2011, 04:04:46 pm »
Laura,
Io non credo molto nella Tens perché i risultati sono solo temporanei.
La Tecar®  può risolvere la sindrome del piriforme, ma in certi casi se non si elimina la causa è possibile che il disturbo si ripresenti.
In ogni caso questa sua descrizione del disturbo non può essere sufficiente a capire se soffre della sindrome del piriforme oppure no: dov'è esattamente il dolore?
Quali sono i movimenti più fastidiosi?
Dorme bene la notte? Si deve alzare dal dolore?
Ha subito interventi chirurgici nella sua vita? (appendicite, tonsille, ecc.)
Ha mai avuto fratture o distorsioni della caviglia?

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
« Ultima modifica: Settembre 14, 2013, 12:05:38 pm da dr. Massimo Defilippo »