Fisioterapia per tutti

protrusione

protrusione
« il: Aprile 13, 2011, 09:50:41 am »
Egregio dottore, ho 24 anni sono nuovo del forum e sono stato motivato ad inscrivermi grazie alle risposte che lei ha dato ad un utente. Sono affetto da un fastidio alla schiena da più di un anno (gennaio 2010). Dopo un esercizio mal praticato in palestra ho avvertito un dolorino nella parte destra sopra il gluteo e da lì è iniziato il mio "calvario". Ho avvertito indolenzimento (non eccessivo) ma continuo alla schiena tanto da spingermi a fare una visita dall'ortopedico che mi ha prescritto risonanza e lastre, tra i sintomi ci tengo a marcare delle scossette avvertite vicino al ginocchio destro ogni volta che trovandomi in piedi provavo a spingere come se dovessi andare in bagno (tanto per capirci). Dai risultati si è riscontrata la presenza di due protrusioni l4 l5, l5 s1 e scoliosi, al che lo stesso ortopedico mi ha consigliato fisioterapia (10 sedute) e volendo nuoto (dorso e stile). I risultati sono stati molto insoddisfacenti, nel senso che ho avvertito, nel centro dove sono andato, una certa "standardizzazione" dei trattamenti per i vari pazienti ovvero: ultrasuoni ventose e massaggi, qualche girata di collo e a volte qualche esercizio posturale senza porre attenzione alle mielastre; d'altro canto neanche il nuoto mi ha dato quel beneficio sperato. Ora a più di un anno dall'incidente la mia schiena è migliorata molto, autentica svolta è stata la sostituzione del materasso (al quale nessuno mi aveva mai accennato) con uno più duro. Principalmente i sintomi che ancora avverto sono una certa "frizzantezza alle gambe" (molto fastidiosa) e una sensazione sgradevole la mattina al risveglio di compressione alla schiena (ma da quando ho cambiato il materasso non più). Ho trovato beneficio con il pilates (anche se, se non sbaglio, alcuni esercizi propongono piegamenti in avanti e da quello che ho appreso sono sconsigliati per le discopatie) comunque da questo mese vado in piscina ma dopo le vasche dorso/stile che faccio (circa 50) avverto sempre un fastidio nella zona bassa della schiena come se la stanchezza la sentissi lì, allora ho deciso di tornare in palestra facendo solo le macchine tipo lat machine e vertical row (non i pesi a corpo libero etc..), addominali sdraiato a tirare su le gambe e un po' di cyclette quella con i pedali in avanti....ma ancora non so dire quali giovamenti avrò. Comunque sò che per email non si può fare una visita, tuttavia Le scrivo soltanto per sapere se sia normale tutto questo tempo per la guarigione, se siano normali tutti i cambiamenti di indolenzimento avvertito (in pratica questo mal di schiena ha cambiato forma innumerevoli volte in un anno) e soprattutto da chi andare per guarire dato che io stesso ho capito che esiste una strada per sentirsi meglio (infatti spesso queste scossette mentre cammino e premo neanche le sento più). Mi auguro che lei possa rispondere a questa valanga di cose che le ho scritto indicandomi soprattutto se ci sono anomalie o se di casi come il mio ne ha già visti ;) . Se vuole posso essere anche più preciso per le descrizioni. Inoltre noto una certa correlazione tra l'andare in bagno e il mal di schiena cioè se, ad esempio non vado in bagno da 2 giorni, al mattino posso avvertire mal di schiena :-[ Distinti saluti
« Ultima modifica: Maggio 04, 2014, 12:01:11 am da dr. Massimo Defilippo »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #1 il: Aprile 13, 2011, 10:40:14 am »
Luco,
Hai parlato di un esercizio mal praticato in palestra, puoi specificare quale e come l'hai eseguito? (per esempio leg-press ecc.)
Il momento più doloroso che hai descritto: "stare in piedi e spingere come se dovessi andare in bagno" si chiama test di Valsalva che hai praticato a tua insaputa, se è positivo indica un disturbo discale, in pratica aumenti la pressione addominale e il disco compresso tende a spingere il nucleo più all'esterno contro la radice nervosa.
Questo test non ha una sensibilità del 100% da solo, infatti tu parli di protrusione tra L4 ed L5 inoltre tra L5 ed S1 che darebbero altri sintomi da quelli descritti.
Il fastidio al ginocchio in che zona è esattamente? all'interno, all'esterno, sopra la rotula ecc.?
La lombalgia notturna e mattutina può avere beneficio dalla sostituzione del materasso, forse prima il tuo si inarcava troppo.

I tempi di guarigione possono essere lunghi, soprattutto se non ci si cura o se la terapia non è quella più indicata, non sò esattamente che trattamenti ti hanno fatto, parli di qualche girata di collo, intendi manipolazioni? Che esercizi posturali ti hanno fatto nel centro di fisioterapia?

Sicuramente la ginnastica posturale dà grossi benefici ai pazienti con lombalgia, oggi tutte le palestre sono attente a questo disturbo e organizzano corsi di yoga, pilates, back school ecc.

Tornando a noi, hai mal di schiena la notte? Scrivi che camminando e premendo sulla schiena non senti più niente, quindi ora quali attività o movimenti ti provocano dolore? Senti male da fermo?
Quali sono i movimenti limitati? (piegarti in avanti, inarcarti all'indietro, incilnarti lateralmente, ruotarti di notte a letto, ecc).

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
« Ultima modifica: Aprile 13, 2011, 10:45:17 am da dr. Massimo Defilippo »

Re: protrusione
« Risposta #2 il: Aprile 13, 2011, 11:26:06 am »
Egregio dottore,
la ringrazio per la risposta. In realtà in palestra ho commesso una mossa falsa ad ottobre 2009 quando ho sollevato, seppur piegando bene le gambe etc.., dei manubri evidentemente troppo pesanti, ho sentito scorrere "qualcosa" nella parte bassa della schiena e nella settimana seguente dei dolori addominali. Poi più nulla fino al suddetto Gennaio 2010 (più di un anno fa) quando ho effettuato lo squat (seppur con pochi kg) ho avvertito un dolorino nella parte destra della schiena sopra il gluteo destro. Da lì sono iniziati i veri fastidi, ho smesso con la palestra ho fatto le visite e i risultati sono stati:
RX Colonna in toto s.c.
Scoliosi sinistro-convessa del passaggio cervico dorsale con compenso dorsale, scoliosi
sinistro-convessa del segmento lombare con rotazione dell'asse coxofemorale e risalita
delle sezioni di sinistra di circa 8 mm.
Nella norma le fisiologiche curvature del rachide sul piano sagittale.
Buoni gli spazi discali.
Assenza di lesioni ossee per quanto valutabile con la metodica

REFERTO RM COLONNA LOMBO SACRALE
L'esame è stato eseguito mediante scansioni sui piani sagittale ed assiale utilizzando
sequenze FSETl-T2 pesate.
Si evidenzia una lieve riduzione della fisiologica lordosi del segmento, per quanto
apprezzabile in clinostatismo , come per fenomeni di contrattura antalgica.
Iniziale riduzione di spessore dei dischi compresi tra L4-LS, LS-Sl
Protrusione discale posteriore mediana-del disco compreso tra L4-LS con impronta sulla
superficie anteriore del sacco durale.
Circoscritta protrusione discale posteriore mediana a livello dello spazio compreso tra L5Sl.
Non evidenza di ernie discali né altra patologia espansiva in sede endo rachidea.
Canale vertebrale di normale ampiezza.
Regolare morfologia e segnale del cono e delle radici

Nel centro di fisioterapia mi hanno fatto (scusi per il linguaggio poco tecnico) "scrocchiare" collo e schiena, mentre gli esercizi sono stati step (con in bocca dei batuffoli di ovatta per migliorarmi la postura), agganciato su una macchina a testa all'ingiù (tipo allungamento di schiena) e il più benefico che era a carponi dove dovevo tirarmi indietro con la schiena, scendere e risalire in avanti (un po' come fanno i gatti quando si stiracchiano) infine la respirazione che si basava sulle "distensioni" del diaframma.
La notte non ho mai mal di schiena a parte quando capita di stare molte ore in piedi allora la sera sento una stanchezza alla schiena che unita alla paura di ricadute non mi fa prendere sonno.
I dolori che continuo ad avere sono ad esempio al mattino prima di andare in bagno. Avverto un fastidio, un disagio come se avessi una pressa dietro le vertebre basse della schiena in un qualche modo collegate anche con la respirazione (nel senso che avverto la necessità di fare respiri profondi), inoltre dipende dal tipo di giornata fatta, se ho camminato molto e vado a dormire al mattino di solito mi sento riposato al contrario invece di quando mi sento bene e al mattino invece ho disturbi.
Il mio è quindi un disagio completamente casuale ma ci tengo a precisare che fortunatamente non ho mai avuto dolore vero e proprio (tipo sciatalgia) ma un lieve malessere generale dai glutei in giù più senso di compressione alla schiena. Non ho dolori in seguito a movimenti.
Stando fermo molti mesi non ho avuto un miglioramento anzi..e ripeto la svolta è stata il cambio di materasso (e adesso devo provvedere anche alla sedia dove studio molte ore al giorno) e gli esercizi di pilates (anche se poi mi sono venuti dubbi riguardo il toccarsi i piedi piegando la schiena completamente in avanti: farà male?). Ho deciso allora che stare fermo non giova e di segnarmi a piscina/palestra (senza pesi ma solo qualche macchina). A proposito le chiedo ma lat e pectoral machine, macchine per i dorsali e addominali (sollevando le gambe e non inarcando la schiena) sono generalmente controindicate? La ringrazio.
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:26:26 pm da luco86 »

Re: protrusione
« Risposta #3 il: Aprile 13, 2011, 11:46:48 am »
Aggiungo che la scosseta la avverto sopra al ginocchio inernamente..ma questa prova di "spingere" cerco di non farla più per non peggiorare la situazione, inoltre quando la avvertivo era sempre in seguito ad una camminata...nel senso che se mi alzo da seduto e spingo non la sento se invece cammino 100metri e spingo la posso sentire..
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:26:35 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #4 il: Aprile 14, 2011, 12:30:22 am »
Luco,
avrei bisogno di sapere quante ore dormi la notte.
Muscoli, fasce e legamenti fanno più male da freddi, mentre a caldo o in movimento il dolore dovrebbe calare.
Il fatto che mantenendo una posizione a lungo provochi dolore mi fa pensare più ai legamenti e le fasce connettivali.
La terapia a base di esercizi e stretching è sicuramente buona se ti segue un bravo terapista, inoltre io aggiungerei una terapia decontratturante manuale o strumentale.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: protrusione
« Risposta #5 il: Aprile 14, 2011, 10:17:43 am »
Egregio dottore dormo circa 8 ore a notte..le vorrei fare 2 domande?
Cosa si intende per piegamento eccessivo del rachide? Ho sentito dire da un medico che potrebbe far uscire di più la protrusione allora mi chiedevo..dato che un esercizio di pilates si basa interamente sul piegamento da in piedi a scendere giù con le mani fino a toccare i piedi, se facesse male ad un paziente con protrusioni (io ho trovato giovamento)
Seconda domanda se le macchine chest press, pectoral machine addominali sdraiato a tirare su le gambe e cyclette con i pedali in avanti sono generalmente controindicati nel mio caso.
Ieri, ad esempio, in palestra a ora di pranzo ho eseguito una 50ina di addominali, chest press, pectoral machine, 10 min di camminata in salita e 24 min di cyclette..i risultati sono stati questi: nel pomeriggio affaticamento all’altezza delle vertebre poi la sera affaticamento alle gambe, questa mattina molto meglio ma cmq con sensazione si spossatezza, ma credo sia normale dato l’allenamento stesso (e tra l’altro la cyclette non l’avevo praticamente mai fatta prima)..Distinti saluti
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:26:47 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #6 il: Aprile 15, 2011, 12:27:44 am »
Luco,
in caso di lombalgia acuta la leg-press e gli addominali sono controindicati.
Per una protrusione è meglio non piegarsi in avanti, ma non è così semplice diagnosticare un disturbo lombare.
Ci sono dei fattori predisponenti all'uscita dell'ernia discale, per esempio un blocco dell'articolazione sacro-iliaca, quindi è sempre meglio cercare la reale causa del disturbo.
L'ernia discale causa dolore dalla schiena al piede, nel tuo caso non mi preoccuperei di questo dato che parli solo di lombalgia.

Gli esercizi in palestra non sono sempre la cura migliore.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: protrusione
« Risposta #7 il: Aprile 15, 2011, 10:12:25 am »
grazie dottore per le pronte risposte,

a dire il vero ieri ho verificato che questi addominali e i 30 minuti di bicicletta non mi hanno fatto stare bene..infatti in serata ho dovuto rifare esercizi pilates e sono stati abbastanza rigeneranti, oggi sto meglio. L'unico dubbio, al quale lei mi ha già risposto, è che questa serie di esercizi prevede continuamente di piegarsi in avanti, mantenendo le gambe dritte e piegare la schiena lentamente una vertebra alla volta fino a toccarsi i piedi e poi risalire con la stessa lentezza. Nella mia ignoranza in materia ho notato che questo stretching in realtà mi ha fatto molto bene non sentendo per ora più la fastidiosa "frizzantezza" alle gambe che le dicevo prima..quindi sono di fronte a un dilemma..quindi se devo escludere pilates (piegamenti), palestra (addominali e alcune macchine) e nuoto (perchè anche qui avverto un senso di stanchezza localizzato alle vertebre) non so più cosa fare.. devo forse insistere con il dorso in piscina?
Grazie e distinti saluti
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:27:46 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #8 il: Aprile 16, 2011, 10:20:18 am »
Luco,
non ci sono regole fisse, sicuramente quell'esercizio di cui parli aumenta la pressione a livello del disco intervertebrale, ma se ti fa stare meglio perché dovresti escluderlo?
Se il tuo disturbo fosse causato dall'ernia del disco staresti peggio quando ti pieghi in avanti, soprattutto dalla posizione eretta.
Il nuoto lo puoi fare, evita gli stili che causano dolore.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: protrusione
« Risposta #9 il: Maggio 28, 2011, 03:36:26 pm »
Egregio dottore,

le scrivo per avere un suo parere sull'"evoluzione" della mia lombalgia.. in pratica dopo aver cominciato a fare esercizi di stretching ho sentito un netto miglioramento non avendo più le frequenti sensazioni di compressione alla parte bassa della schiena ma purtroppo tale problema si verifica ancora circa una volta a settimana con particolare fastidio alle gambe ma diverso da quello che avvertivo prima, adesso è come se avessi corso senza allenamento, come quando si dice.."sento acido lattico nelle gambe" insomma:stanchezza. le mie domande sono due:

1) se a Lei risulta che lo stretching faccia bene alla lombalgia (stretching per le gambe, estensione schiena, polpacci e gli esercizi mckenzie quello a pancia in sotto a tirare su le spalle per capirci)

   
2) vorrei conoscere inoltre la sua idea su questa "migrazione" del fastidio alle gambe con desiderio di fare allungamenti per farlo passare

La ringrazio anticipatamente per la risposta
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:26:59 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #10 il: Maggio 28, 2011, 11:50:55 pm »
Luco,
che lo stretching faccia bene in caso di lombalgia è sicuro.
Per le gambe dovresti fare altri accertamenti, può essere una questione di circolazione, nervi o muscoli contratti.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: protrusione
« Risposta #11 il: Giugno 10, 2011, 02:10:29 pm »
egegio dottore, come si chiamano gli esami per questi accertamenti?
ma questo intorpidimento che sento ad entrambe le gambe al mattino, a volte alla sera può essere collegato alle protrusioni? oppure può essere visto come un piccolo miglioramento ?

tutti i giorni faccio un po' di stretching e quasi posso dire che la schiena non mi dà più fastidio a parte le gambe..cos'è che potrebbe stare accadendo? mi può dare qualche consiglio? (ho prenotato una visita fisioterapica ma purtroppo a fine luglio..)
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:27:16 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #12 il: Giugno 11, 2011, 08:41:13 pm »
Luco,
la prima cosa da fare è farti vedere dal medico curante che ti conosce e sà i tuoi disturbi, eventuali accertamenti potrebbero essere utili per alcuni e perdite di tempo per altri: mi riferivo ad un eventuale ecodoppler.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: protrusione
« Risposta #13 il: Giugno 23, 2011, 12:07:58 am »
egregio dottore,

vorrei sapere quali sono gli esercizi che devono essere evitati per non far degenerare le protrusioni in ernie..o meglio dato che la visita fisiatrica ce l'ho solo a fine luglio vorrei evitare di fare nel frattempo esercizi dannosi...infatti alcune mattine quando mi sveglio, dopo che sono stato bene alcuni giorni, ho inavvertitamente la sensazione di compressione alla schiena, respirazione un po' difficoltosa e anche gli avambracci deboli...la ringrazio
« Ultima modifica: Dicembre 03, 2011, 12:27:27 pm da luco86 »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: protrusione e disagio
« Risposta #14 il: Giugno 25, 2011, 01:07:32 pm »
Luco,
in un precedente post hai scritto che i trattamenti che ti hanno fatto erano a tuo parere standardizzati, credo giustamente che dirti quali esercizi fare e quali non fare senza nemmeno vederti sia poco professionale.
Certi pazienti hanno beneficio con esercizi in rotazione, altri in inclinazione laterale, altri piegandosi in avanti o in dietro, quindi bisognerebbe valutarti bene.

Quello che posso dirti è che in generale sconsiglio addominali e leg press (pressa) quando un paziente ha mal di schiena in fase acuta o cronica, eventualmente si possono fare quando il dolore è passato.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista