Autore Topic: Risonanza magnetica  (Letto 9697 volte)

Offline serena

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Risonanza magnetica
« il: Ottobre 01, 2013, 03:41:03 pm »
Buongiorno, sono nuova in questo forum, ho quasi 37 anni, sono mamma ed ex tennista agonista. Dopo dolori insistenti a livello lombare e alcuni fastidi al tratto cervicale ho fatto una risonanza magnetica con questi risultati:

RMN del rachide cervicale
Rettificata la fisiologica lordosi cervicale; canale rachideo di ampiezza conservata. Regolari la morfologia ed il segnale dei corpi vertebrali esaminati.
In C5 - C6 alterazioni osteofitosiche somaro-marginali posteriori, più marcate a destra, con moderata stenosi dei forami di congiunzione.
In C6 - C7 alterazioni osteofitosiche somato - marginali posteriori con stenosi dei forami di congiunzione.
Non ernie discali.
Non alterazioni di segnale del midollo cervicale.


RMN
Rettificata la fisiologica lordosi lombare; canale rachideo di ampiezza conservata.
Regolari la morfologia ed il segnale dei corpi vertebrali esaminati.
In L4-L5 disidratato il disco intersomatico che presenta bulging discale. Concomitanti segni di degenerazione dei piatti somatici contrapposti di tipo fibro-adiposo (Modic tipo II)
Regolari il cono e le radici della cauda.

Attualmente percepisco un dolore con una sensazione di bruciore a livello lombo sacrale, alla mattina il dolore e' più acuto, a livello cervicale spesso sento rigidità che parte dal lato del collo e si propaga al trapezio. Non so se può servire ma ho partorito con cesareo cinque anni fa e hanno tentato invano ( per ben 6 volte) di farmi l'anestesia epidurale, fallendo appunto perché l'ago non entrava bene. Alla fine cesareo in anestesia totale perché non potevano rischiare di farmi la spinale. Attualmente faccio una vita sedentaria, peso 45 kg per 155cm
Vi chiedo un parere anche sulle terapie secondo voi più efficaci...
Grazie in anticipo



Offline serena

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re:Risonanza magnetica
« Risposta #1 il: Febbraio 24, 2014, 06:28:20 pm »
Buongiorno, vi scrivo nuovamente, dopo avervi scritto ho eseguito terapia di 10 lezione in acqua, esercizi che non hanno assolutamente portato a giovamento, inizialmente il calore dell'acqua mi dava la sensazione di attenuare il dolore, ma nulla di più. Cosa potrei fare per migliorare il quadro descritto sul messaggio precedente? Sono consapevole che l'esercizio fisico regolare porterebbe giovamento ma mi chiedo se sia l'unica soluzione.
Approfitto per chiedervi un'altra cosa, mi capita a periodi di percepire una tensione al collo a destra soprattutto lungo tutto lo sternocleidomastoideo fino alla basse della nuca, come se qualcuno stringesse il mio collo. Secondo voi potrebbe riferirsi all'artrosi cervicale indicata in risonanza o ad una tensione muscolare? (Purtroppo la tensione, come per molti e' presente in maniera massiccia nella mia vita). Ho riferito questo fastidio all'endocrinologo che mi segue per ipotiroidismo ma lui esclude categoricamente che sia la tiroide a darmi questi fastidi.
Vi ringrazio in anticipo
Buona serata

Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1571
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:Risonanza magnetica
« Risposta #2 il: Maggio 15, 2014, 06:42:15 pm »
Serena,
la schiena non mi sembra che abbia disturbi particolari, quindi probabilmente è un disturbo di tipo msucolare.

L'artrosi cervicale e la stenosi della colonna potrebbe causare fastidi, ma la stenosi non è grave perché non parli di dolore al braccio e formicolio alla mano.

Dopo aver escluso dei disturbi agli organi o altre malattie, credo che la terapia migliore sia manuale sui muscoli e sulle fasce di tessuto connettivo.


Offline serena

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re:Risonanza magnetica
« Risposta #3 il: Maggio 24, 2014, 01:16:02 am »
Serena,
la schiena non mi sembra che abbia disturbi particolari, quindi probabilmente è un disturbo di tipo msucolare.

L'artrosi cervicale e la stenosi della colonna potrebbe causare fastidi, ma la stenosi non è grave perché non parli di dolore al braccio e formicolio alla mano.

Dopo aver escluso dei disturbi agli organi o altre malattie, credo che la terapia migliore sia manuale sui muscoli e sulle fasce di tessuto connettivo.

Grazie infinite per la risposta, pochi giorni fa ho effettuato un'ecografia tiroidea che non ha evidenziato nessun problema morfologico della ghiandola, nonostante l'ipotiroidismo, quindi i disturbi al collo penso siano da attribuire alla tensione muscolare. A volte mi sveglio di notte perché percepisco formicolio alle mani sopratutto la sinistra ma non accuso dolori alle braccia, spesso sono afflitta da emicrania muscolo tensiva particolarmente fastidiosa che passa generalmente in 24 ore.
La ringrazio infinitamente per la risposta, vedrò di trovare qualcuno di competente per effettuare i massaggi che mi ha consigliato.
Serena