Autore Topic: dolore lombare.  (Letto 30498 volte)

Offline Luciano

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 16
Re: dolore lombare.
« Risposta #30 il: Gennaio 26, 2011, 01:05:55 pm »
Dottore ho il referto delle rmn, le chiedo cortesemente di spiegarmelo meglio, ammetto che mi spaventa non poco.. è questo:  


Colonna Dorsale:

L'esame è stato eseguito mediante acquisizioni, sui piani sagittale ed assiale, di sequenze Fast Spin Echo T1-T2 pesate.
Si evidenzia:
iniziale riduzione di spessore e di segnale del disco compreso D7-D8 che appare lievemente protuso in sede posteriore mediana. Piu marcata protusione discale in sede posteriore mediana è apprezzabile tra D9-D10. Nella norma il comparto disco legamentoso dei rimanenti spazi intersomatici.
Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Nulla di patologico a livello del midollospinale.

Colonna Lombare:
L'esame è stato eseguito mediante acquisizioni, sui piani sagittale ed assiale, di sequenze Fast Spin Echo T1-T2 pesate.
Si evidenzia:
riduzione della lordosi lombare come per contrattura antalgica.
Protusione discale posteriore in sede mediana a livello dello spazio compreso tra L4-L5 che determina effetti compressivi sulla superfice ventrale del sacco durale.
Lieve bulging  disco-anulare posteriore in sede mediana anche tra L5-S1.
Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Non evidenza di lesioni focali intrinseche a carico del cono e delle radici.


Vede dottore, molti dolori sono passati, ogni tanto qualcosa di forte la sento ancora. ho il collo irrigidito, "incriccato" come si dice, anche molto. non ho fatto la rmn alla cervicale perche finora non ho sentito granchè, se non un po di irrigidimento. mi sento un po irrigidito anche nella schiena  (che scrocchia un po). Gradirei mi spiegasse meglio questo referto. vorrei precisare che sono un musicista, bassista per la precisione, ed un collega mi ha parlato del suo forum cosi ho deciso di scriverle. Non vorrei che tutto questo mi impedisse di suonare ancora.
Come posos affrontare la questione?
Andro dall'ortopedico, nel frattempo mi consiglia qualche terapia e degli esercizi?
 Grazie.



« Ultima modifica: Gennaio 26, 2011, 09:24:11 pm da Luciano »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: dolore lombare.
« Risposta #31 il: Gennaio 27, 2011, 12:05:52 am »

Colonna Dorsale:

L'esame è stato eseguito mediante acquisizioni, sui piani sagittale ed assiale, di sequenze Fast Spin Echo T1-T2 pesate.
Si evidenzia:
iniziale riduzione di spessore e di segnale del disco compreso D7-D8 che appare lievemente protuso in sede posteriore mediana. Piu marcata protusione discale in sede posteriore mediana è apprezzabile tra D9-D10. Nella norma il comparto disco legamentoso dei rimanenti spazi intersomatici.
Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Nulla di patologico a livello del midollospinale.

La prima frase significa solo che le immagini sono state fotografate sul piano frontale o orizzontale, se guardi la risonanza magnetica vedrai che alcune immagini sono con tutta la colonna vista di lato, altre immagini sono ottenute dall'alto (dalla testa) e mostrano solo una vertebra o un disco intervertebrale con strutture annesse.
La riduzione di spessore e di segnale del disco D7-D8 è avvenuta perché il nucleo polposo interno al disco intervertebrale si è spostato verso l'esterno, quindi il disco è meno voluminoso.
Iedm tra D9 e D10, ma in maniera più accentuata.
Tutto il resto è perfetto.



Colonna Lombare:
L'esame è stato eseguito mediante acquisizioni, sui piani sagittale ed assiale, di sequenze Fast Spin Echo T1-T2 pesate.
Si evidenzia:
riduzione della lordosi lombare come per contrattura antalgica.
Protusione discale posteriore in sede mediana a livello dello spazio compreso tra L4-L5 che determina effetti compressivi sulla superfice ventrale del sacco durale.
Lieve bulging  disco-anulare posteriore in sede mediana anche tra L5-S1.
Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Non evidenza di lesioni focali intrinseche a carico del cono e delle radici.

La riduzione della lordosi lombare è come un appiattimento della colonna, in pratica è come se fosse più dritta o rettilinea.
Tra L4 ed L5 c'è lo spostamento del nucleo polposo del disco intervetebrale che però non è erniata, rimane all'interno del disco, anche se ne ha fissurato una parte.
Idem a livello di L5 ed S1.
Tutto il resto è perfetto.


Purtroppo chi esegue le risonanze magnetiche concentra l'attenzione solo sulle protrusioni e sulle ernie, è un esame limitato, ma molto utile.
La situazione è sempre la stessa, vedo 1 paziente all'anno che non abbia protrusioni o ernie del disco, alcuni hanno dolore alla schiena, altri alla gamba, ma vedrò 1/2 pazienti all'anno che si operano di ernia del disco, questo perché nel 99,99% dei casi l'ernia non è la causa del disturbo.
Ci sono tante strutture innervate che possono causare una lombalgia o dorsalgia.
Io mi baso principalmente sui segni e sui sintomi, poi controllo la risonanza magnetica, ma raramente vedo esiti interessanti.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista