Autore Topic: Dolore a spalla sinistra, braccio e costato  (Letto 11616 volte)

Offline samango

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 2
Dolore a spalla sinistra, braccio e costato
« il: Ottobre 14, 2011, 03:40:19 pm »
Buongiorno a tutti,

questo è il mio primo post. Sono una ragazza di 23 anni che da quasi un anno soffre di diversi disturbi apparentemente immotivati (il mio medico dice che è tutta colpa di ansia e stress).
Tra tutti questi disturbi che vanno e vengono però quello che permane è il dolore alla spalla.

Da dicembre scorso ho sofferto di forte affaticamento muscolare, febbriciattola (37,2) fissa per 3/4 mesi e continui mal di gola, infiammazioni e infezioni alla bocca, disturbi del sonno, rigidità del collo e dolori alla parte centrale della schiena, linfonodi ingrossati e reflusso gastrico, formicolii.
Il mio medico mi ha prescritto degli esami del sangue e delle urine abbastanza completi (niente vitamine però) e gli esami sono risultati PERFETTI. E forse è stata quella la mia sfortuna perchè da lì ha iniziato a dirmi che si trattava solo d'ansia.
A un'altra dottoressa, amica di famiglia è venuto il dubbio che io potessi avere la mononucleosi e mi ha fatto fare gli esami per gli anticorpi virali, ma la cosa non è stata di grande utilità dal momento che l'interpretazione dei due è stata discordante: per lei era di un paio di mesi prima e quindi poteva essere la causa dei miei problemi...per il mio medico di anni prima).

Forse avrei dovuto premettere delle cose: a Luglio dell'anno scorso (circa 6 mesi prima dell'inizio dei sintomi) ho fatto 3 impianti di denti e a Settembre sono caduta in motorino (ero dietro) mentre ero in vacanza e ho picchiato il naso contro il casco, lo stinco sinistro contro la pedivella) e il ginocchio sinistro (che avevo già picchiato anni fa cadendo con lo snowboard) per terra. Le lastre non presentavano problemi pare. Ultima cosa (non so se utile, ma cerco di essere il più completa possibile): quando mi sono presentata dal medico con quei problemi, mi ha sospeso la pillola che prendevo da un anno e dopo un paio di mesi (da Febbraio circa) ho iniziato ad avere un ciclo di 35 giorni circa.
Verso Novembre/Dicembre comunque sono iniziati i problemi.

Andando avanti la maggior parte dei disturbi sono andati affievolendosi e sparendo, quello che permane comunque è il dolore alla spalla e al costato, il reflusso e a volte dolori addominali e il catarro tra naso e gola ormai da mesi.
Cercherò di essere più precisa: il dolore che sento sembra articolare, parte dalla scapola e mi prende spalla, costato e la prima parte del braccio a volte (fin sopra al gomito comunque), per non parlare poi di quanto mi scricchioli la spalla...anche se è estremamente sbagliato spesso la faccio scrocchiare di proposito perchè mi sembra che mi dia sollievo anche se solo temporaneo. Un'altra cosa che ho notato e che forse può essere utile è che ho la parte del costato sinistro (quello dei dolori) più sporgente rispetto al destro: partendo dallo sterno si sente proprio che andando verso destro quasi si incava e andando verso sinistra c'è uno scalino. Altra, e forse ultima cosa che mi viene in mente, è il mio collo: ho la testa molto avanti; la mia (credo) settima vertebra del collo è molto in fuori, ma allineata con le sottostanti, le altre sei invece sembra che sia molto allineate (quasi dritte) tra loro ma spostate in avanti.

Non mi viene in mente null'altro per il momento...sto aspettando di fare una lastra alla spalla (su consiglio del medico) ma mi fa abbastanza male, soprattutto nei giorni di mestruo, e mi preoccupo perchè a volte non riesco a dormire...devo trovare una posizione che mi permetta di non starci sopra di peso, altrimenti mi fa male; durante il giorno poi non ne parliamo, mi fa male e me ne rendo ovviamente più conto che di notte.

Vorrei ringraziare chi si occupa di questo blog perchè mi sembra una risorsa davvero utile.

Spero che possiate darmi dei consigli...non so neanche se ho scritto nella sezione giusta.
Saluti,

S.P.
« Ultima modifica: Maggio 11, 2014, 12:44:47 am da dr. Massimo Defilippo »



Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:Dolore a spalla sinistra, braccio e costato
« Risposta #1 il: Ottobre 17, 2011, 04:01:35 pm »
Samango,
un caso interessante, sicuramente i traumi in testa possono aver influito, ma se non mi sono perso nel discorso, non ho trovato mal di testa.
Per le infezioni alla gola, febbriciattola e infiammazioni in gola penso per prima cosa al fumo, quante sigarette al giorno?

Il reflusso, la spalla, il collo, i formicolii alle mani (ho supposto io alle mani perché non ho letto la localizzazione), la deformità (forse congenita) del costato fanno pensare al muscolo diaframma.
E' possibile  che i traumi avuti abbiano influito su questo fondamentale muscolo, oppure è una cosa che ti porti dietro da un po', hai mai notato se una spalla è più alta dell'altra?
Ora, se io avessi il tuo problema mi rivolgerei ad un osteopata, qui il medico non può agire con i farmaci, se la mia ipotesi è giusta dovresti fare della terapia manuale per rilasciare questo muscolo che spesso diventa contratto e retratto dando quegli spiacevoli sintomi che hai citato.
Il dolore notturno alla spalla non va mai sopravvalutato, se supponiamo che i tuoi sintomi siano tutti indipendenti, se hai dolore anche da ferma immobile da seduta dovresti fare degli ulteriori accertamenti.
Se dormi sulla spalla sana, hai dolore? Ti fa male stare seduta ferma?

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista




« Ultima modifica: Maggio 11, 2014, 12:47:42 am da dr. Massimo Defilippo »

Offline samango

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 2
Re:Dolore a spalla sinistra, braccio e costato
« Risposta #2 il: Ottobre 21, 2011, 05:48:50 pm »
Buongiorno Dr. Defilippo,

prima di tutto volevo complimentarmi per il blog e per la professionalità. Prima di decidere di scrivere il mio post avevo sbirciato un po' e avevo avuto un'ottima impressione, che è stata del tutto confermata dalla sua risposta.

Dal momento che per quanto io abbia cercato di essere precisa ho mancato di darle delle informazioni, proverò a farlo ora con ordine.

Per cominciare: il mal di testa...non si è perso nulla. Non è ho parlato io, perchè non ne soffro. Certo ci sono dei periodi in cui ho mal di testa, periodi in cui magari sono soggetta più che in altri, ma penso come tutti. In generale non mi definirei una persona che "soffre di mal di testa".

In secondo luogo, il fumo. Capisco che non sapendolo le è venuto da pensare subito a quello, ma non ho mai fumato in vita mia ed è il motivo per cui stupidamente non ho neanche pensato a scriverne al riguardo.

Ora per quanto riguarda il cuore del mio post, le precisazioni da fare sono:
- i formicolii: ha intuito bene, spesso sono stati alle braccia, ora invece (specialmente negli ultimi giorni) sono spesso al viso, all'altezza degli zigomi
- le spalle: sì, ho abbastanza evidentemente una spalla più alta dell'altra, come anche un'anca più alta dell'altra
- l'osteopata: l'ho consultato un paio di mesi fa (è il padre del mio ragazzo) e lui sostiene che gran parte dei miei problemi se non la totalità siano dovuti a una proiezioni un qualche problema allo stomaco, probabilmente dovuto a un disagio psicologico, ma non ha voluto approfondire perchè crede (data la "vicinanza" emotiva di non essere la persona giusta)
- il dolore alla spalla: va a periodi, non a momenti della giornata. Se sono i giorni in cui fa male, fa male sia da seduta ferma, che durante la notte, che in molte altre attività, se è in quei giorni in cui non fa male o meglio in cui fa meno male, non male in nessun momento.

Queste sono i chiarimenti che mi ha chiesto, spero di essere stata più completa questa volta.
Nel frattempo, in questi giorni la mia situazione non può definirsi migliorata: ho un ritardo mestruale di quasi 3 settimane ormai  (molto probabilmente non dovuto a uno stato di gravidanza) e ieri in università sono quasi svenuta per un calo di pressione violento apparentemente immotivato e anche l'inappetenza mi disturba un po', è come se fossi sempre vagamente nauseata e mangio solo perchè so che è ora di mangiare, altrimenti probabilmente potrei stare senza mangiare.

A questo punto io non so più cosa pensare, sto cercando di non farmi influenzare, dati i molti problemi di ipocondria che ho avuto da dicembre scorso in poi quando ho iniziato ad avere tutte queste cose una dopo l'altra.

Spero che almeno lei, riesca a trovare un'ipotesi che possa in qualche modo spiegare questa mia situazione.

Grazie mille per la disponibilità.
S.P.
« Ultima modifica: Maggio 11, 2014, 12:49:43 am da dr. Massimo Defilippo »