Autore Topic: consulenza  (Letto 8868 volte)

Offline graziella

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
consulenza
« il: Febbraio 03, 2011, 07:51:54 pm »
Ho 32 anni, da circa dieci ho problemi alla schiena a causa di un ernia del disco.. ho fatto un ultima risonanza perche ' da due mesi circa sono bloccata a letto e riesco a stento a camminare zoppicando per il dolore, ho da poco iniziato una cura di cortisone che piano piano inizia a farmi stare meglio.
il referto dice:
ipolucentezza nelle imaggini dipendenti dal T2 del disco intervertebrale L5-S1 in relazione a fatti degenerativi.
ernia discale paramediana dx L4-L5
piccola protusione mediana L5-S1.
 da quale specialista devo recarmi per una visita?
grazie
« Ultima modifica: Aprile 28, 2014, 09:25:13 am da dr. Massimo Defilippo »



Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: consulenza
« Risposta #1 il: Febbraio 04, 2011, 12:04:24 am »
Graziella,
per rispondere alla tua domanda ho bisogno di più informazioni.
Mi spiego meglio, se tu avessi dei sintomi neurologici come la perdita di sensibilità, la mancanza di riflessi, il formicolio e il bruciore lungo tutta la gamba il medico più adatto per curare il tuo disturbo è il neurochirurgo.
Nel caso in cui i tuoi sintomi siano solo il dolore, la limitazione del movimento e la perdita di forza causata dalle fitte che avverti, gli specialisti che ti consiglierei sono il fisiatra e l'ortopedico.
Se invece tu accusassi dolore in tutto il corpo, a mani, piedi, collo, dorso e schiena lombare ti consiglierei un neurologo o un reumatologo.

Tu hai dolore solo alla schiena o lungo la gamba?
Dove arrivano i sintomi alla gamba?
Hai formicolio al piede?
Riesci a dormire la notte o ti devi alzare dal dolore?
Da quanto tempo soffri a causa di questo disturbo? Com'è iniziato?

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista


Offline graziella

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re: consulenza
« Risposta #2 il: Febbraio 04, 2011, 12:13:58 pm »
caro dottore,
grazie della sua consulenza , le spiego meglio il mio problema e i sintomi che avverto.
ho fatto la prima risonanza circa 8 anni fa' e ho saputo di avere questa ernia , da allora ho fatto varie fisioterapie e cure con punture sia per il dolore che per il formicolio e la sensibilita' alla gamba destra, tutto cio mi ha dato sollievo temporaneo, con il passare del tempo pero' i sintomi sono tornati. nell'ultimo anno ho dovuto fare alcuni cicli di punture e in particolare negli ultimi due mesi la situazione e' degenerata. e' iniziato tutto con fitte alla gamba destra che partivano dal gluteo alto e piano piano il dolore si e trasferito a tutta la gamba fino al piede con formicolio esoprattutto bruciore  fino alla punta del piede ,all' inizio  mi si addormentavanono solo le dita del piede con il passare dei giorni il dolore aumentava e ho iniziato a non sentire piu' la gamba ho iniziato a non poter piu' camminare da sola perche' non riesco a stendere la gamba per camminare .. il dolore di notte non mi fa riposare riesco a dormire solo per poche ore dopo aver fatto una puntura di antidolorifico ed antiffiammatorio insieme.
Adesso in questo ultimo periodo il dolore inizia dalla schiena alta e scende per tutta gamba ed arriva al piede che  mi si gonfia tantissimo durante la notte quando  mi alzo  non riesco nemeno a muovere le dita del piede.
Oltre a questa ernia ho scoperto con altre rm che ho fatto di avere a livello dorsale accentuata la fisiologica cifosi e centralmente al corpo D10 rilevabile nucleo iperntenso di tipo angiomatosa .
ed una al polso con referto che dice:alterazioni di tipo degenerativo all'inserzione ulnare della fibrocartilagine triangolare .Sottile falda liquida e' evidente nel recesso radio-ulnare distale.
e un ultima al ginocchio sinistro dalla quale si e' evidenziato che ho la rotula spostata quasi del tutto . ho fatto terapi ma non e' migliorato nulla e anche per questo sto aspettando una visita per vedere se e' il caso di fare un intervento poiche 'l'ortopedico mi ha detto che la situazione del ginocchio sta arrivando al limite soprattutto a causa dell'ernia che provoca dolore e mi fa tenere una scorretta postura e tutto il resto dei movimenti che faccio sbagliati e anche del mio lavoro per il quale sto all'impiedi e cammino per 5 - 6 ore al giorno.
Secondo lei dovrei prendere in considerazione l'idea di un operazione?
La ringrazio per il tempo dedicatomi.

Graziella.

Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: consulenza
« Risposta #3 il: Febbraio 05, 2011, 12:19:20 am »
Graziella,
si, credo che il medico più adatto a trattare la tua situazione sia il neurochirurgo, i sintomi sono tipici della compressione nervosa provocata dall'ernia del disco.
Se devi operarti o no lo devi decidere tu in base al lavoro che fai e a quanto sei disposta a tenere il dolore.
E' possibile che il problema si risolva con il tempo, forse 1 mese, forse 1 anno, forse 10 anni.
Riesci a descrivere le zone esatte in cui senti il dolore e il formicolio o intorpidimento? Cerchiamo una correlazione tra i tuoi sintomi e il referto della risonanza.
Il dolore è nella parte laterale della coscia o posteriore? E' sul polpaccio al centro oppure lateralmente?
L'intorpidimento è limitato ad alcune dita del piede oppure le coinvolge tutte dall'alluce al quinto dito?

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Offline graziella

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re: consulenza
« Risposta #4 il: Febbraio 05, 2011, 12:12:49 pm »
Dottore,
cerco di spiegare meglio per consentirle una analisi piu' accurata.
Il dolore e formicolio e' inziato nella parte alta  postesiore partendo dal gluteo fino al piede  per poi spostarsi con il passare dei  giorni alla parte laterale della coscia e del polpaccio che mi provoca come un bruciore intenso quando cerco di camminare o solo spostare la gamba anche a letto.. a volte avverto come delle scosse che non mi consentono nemmeno un minimo movimento  senza sentire dolore.
Per quanto riguarda l'intorpedimento interessa tutte le dita del piede destro..dall'alluce al quinto dito!
Grazie e cordiali saluti

Graziella.

Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: consulenza
« Risposta #5 il: Febbraio 05, 2011, 06:28:42 pm »
Graziella,
dalla tua descrizione sembra che i sintomi siano causati dall'irritazione della radice nervosa di S1, anche se è strano che siano coinvolte tutte e 5 le dita del piede, dovrebbe interessare principalmente il 5° dito.
Fino ad ora che terapie hai provato a fare?
Hai provato la terapia Mckenzie?
Senza arrivare all'intervento immediato, pochi pazienti riescono a risolvere il problema con delle iniezioni epidurali, altri hanno avuto beneficio con l'Ozono terapia.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista