Autore Topic: condromalacia rotulea  (Letto 7540 volte)

Offline robiobi

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
condromalacia rotulea
« il: Luglio 05, 2010, 12:18:38 pm »
Buongiorno Dottore, sono Roberta di Pesaro (34 anni) ,  le scrivo in quanto ho effettuato una nuova risonanza al ginocchio dx che dice: regolare rappr.dei menischi, del legamenti crociati e collaterali. non versamento intrarticolare. piccolacisti di baker. fissurazione a tutto spessore della cartilagine rotulea al terzo medio senza evidenziarsi risentimento edematoso sotto corticale. in base a questo risultato lei cosa mi consiglia? tenga conto che ho un rigonfiamento nel ginocchio e che a parte la rigidità ho anche dolore tipo bruciore alla rotula. A tutto spessore cosa significa? e poi è possibile che dopo un anno la fissurazione è passata da 13 mm a tutto spessore? cosa significa al terzo medio ? la ringrazio anticipatamente per la sua cortesia.
Roberta
« Ultima modifica: Aprile 25, 2014, 03:58:46 pm da dr. Massimo Defilippo »



Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: condromalacia rotulea
« Risposta #1 il: Luglio 05, 2010, 05:47:38 pm »
Roberta,
i referti delle risonanze sono scritte sempre in medichese.

Dunque, la cartilagine non guarisce da sola, quindi e possibile che sia peggiorata.
A tutto spessore significa solo che le ossa non sono piu ricoperte di cartilagine perche non ne e rimasta.
Il terzo medio vuol dire intorno a meta rotula, dividi la rotula in 3 terzi e quello di mezzo e quello interessato.

Ora bisognerebbe fare una visita perche ci sono tante possibili terapie, ognuna con alcune controindicazioni, sicuramente dovrai fare solo i movimenti che non causano dolore e cercare di tenerla in movimento.
Come spesso scrivo da una risonanza non si capisce molto della situazione del ginocchio, tu dici che e gonfio, ma nella risonanza e scritto che non hai versamento.
Ti consiglio di consultare un buon ortopedico del ginocchio, ma dalla situazione non vedo nessuna indicazione ad interventi chirurgici.

Spero di esserti stato utile

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista


« Ultima modifica: Aprile 25, 2014, 03:55:16 pm da dr. Massimo Defilippo »

Offline robiobi

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re: condromalacia rotulea
« Risposta #2 il: Luglio 05, 2010, 11:01:02 pm »
Grazie per la sua risposta. Mercoledi vedro' l'ortopedico e vedro' di farle sapere quello che mi dira' .
Saluti, Roberta.

Offline robiobi

  • utente appena iscritto
  • *
  • Post: 3
Re: condromalacia rotulea
« Risposta #3 il: Luglio 08, 2010, 11:34:39 am »
Buongiorno, ieri pomeriggio ho fatto la visita ortopedica . Il dottore mi ha detto di eseguire le punture di acido iarulonico ad entrambe le ginocchia in quanto presentano entrambe queste fissurazioni e che con queste punture dovrei sistemare il problema.naturalmente facendo anche bici e esercizi di flessione.

Lei sa se veramente l'acido iarulonico aiuta la cartilagine a marginarsi?

grazie mille
Roberta.

Offline dr. Massimo Defilippo

  • Amministratore
  • utente leader
  • *****
  • Post: 1572
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: condromalacia rotulea
« Risposta #4 il: Luglio 08, 2010, 06:01:57 pm »
Roberta,
la cartilagine non ricresce da sola, ho visto degli studi di parte affermare che c'e' una pìccola nuiova formazione di cartilagine con le iniezioni di acido jaluronico.
Per la mia esperienza e' una terapia utile, praticamente e' come iniettare del lubrificante nell'articolazione che migliora lo scivolamento dei capi articolari.
Io la vedo spesso nei pazienti anziani o in quelli operati, ma puo' capitare anche in pazienti "normali" e sportivi che non hanno subito interventi.

Ritengo che tu possa avere benefici dalla terapia, anche se parlando da un computer sui fanno solo delle ipotesi.
La cosa importante e' che l'ortopedico ti abbia visitato bene, facendo i test necessari per comprendere l'origine del problema.

Spero di esserti stato utile

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista