Fisioterapia per tutti

Cervicale o periartire scapolo-omerale ?

Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« il: Giugno 10, 2011, 12:11:47 am »
Gentile Dottore De Filippo  le scrivo in merito ad un problema che mi trascino dietro da ormai dieci mesi e che gli specialisti sin qui consultati non hanno saputo dirmi con assoluta certezza se è di pertinenza dolore cervicale o se invece interessa l'articolazione della spalla.

Premetto che ho sempre convissuto con qualche problema alla spalla dx, torcicollo, emicrania, specialmente durate la stagione invernale, tuttavia i dolori si risolvevano sempre in pochi giorni.

A Luglio dello scorso anno ho  iniziato ad avere seri problemi alla base del collo e tra le scapole, un bruciore che ben presto si esteso alla spalla dx  tanto che  non riesco più a dormire su quel lato.

Alcune volte i dolori interessano anche la parte anteriore del petto sul lato destro e alla base del collo anteriore.

A ottobre dello scorso anno ho sofferto di cervicobrachialgia, curata con fisioterapia e massaggi.

Ho fatto una risonanza magnetica alla colonna cervicale che ha messo in evidenza 4 protrusioni ad ampio raggio c3-c4 c4-c5 c5-c6 c6-c7

c4-c5 è con impronta sul profilo anteriore del sacco durale a sede mediana paramediana di grado modesto.

c5-c6 con lieve impronta sul profilo anteriore del sacco durale a lieve prevalenza sul versante paramediano destro e posterolaterale di destra ove giunge in corrispondenza dell'emergenza radicolare di questo lato

le altre due protrusioni non destano problemi.

Alla visita neurologica mi hanno detto di stare tranquillo perchè le protrusioni non destano problemi, i riflessi sono mantenuti e la mobilità del rachide è buona.

Alla visita ortopedica mi hanno detto che molto probabilmente soffro di una periatrite scapolo-omerale

Un altro ortopedico ritiene invece che i mie problemi siano da imputare alle protrusioni e mi ha prescritto una cura al cortisone che però non ha avuto molto effetto.

Ad oggi ho frequenti dolori e contratture all'altezza dei  muscoli elevatori della scapola, principalmente a dx ma anche a sx,  spesso le contratture sopraggiungono anche sulla parte anteriore del corpo vicino al gran pettorale e in prossimità della clavicola, ho anche forti tensioni muscolari al collo, ma ho conservato una buona mobilità del rachide.
ho anche recuperato gran parte dell'articolarità del braccio dx.

Mi piacerebbe avere una sua opinione in merito alla causa principale del mio problema, le allego anche alcune immagini della risonanza al rachide cervicale.

Purtroppo svolgo un lavoro che mi costringe a stare di fronte al computer per molte ore e sovente mi capita di avere formicolii e intorpidimenti che interessano pollice e indice della mano destra.

Altri sintomi interessanti sono:
  • -La mattina sono meno rigido della sera, e il rachide cervicale è meno irrigidito.
  • -Non ho vertigini o nausea, le ho avute per un breve periodo la scorsa estate
  • -Uno dei "classici" movimenti che mi causa un dolore improvviso lungo il lato destro del collo è quando mi sporgo sul lato sinistro del letto con il braccio destro per allungarmi a prendere l'orologio per controllare l'ora
  • -qualche volta il dolore su lato destro del collo si associa ad un dolore sui premolari destri della mandibola che però si presenta solo quando mastico; faccio presente che porto un bite notturno per il bruxismo che però è di fatto inutile perché non sicuro al 100% che non digrigno più i denti da anni
i.
 








« Ultima modifica: Maggio 04, 2014, 12:10:35 am da dr. Massimo Defilippo »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« Risposta #1 il: Giugno 11, 2011, 08:38:19 pm »
dario,
le immagini della RMN Cervicale mostrano delle lievi protrusioni, ma non sono sicuro che possano destare grossi problemi e cervicobrachialgie.
Come ho già spiegato, la risonanza non basta, non spiega tutto perché ha un grosso limite, è un esame statico.
L'esame clinico invece ha il pregio di poter apprezzare se i muscoli sono contratti o in spasmo, se ci sono dei blocchi vertebrali, se ci sono dei legamenti o muscoli che comprimono i nervi.
Questa seconda possibilità è di gran lunga la più frequente.
Se non hai perdita si sensibilità, forza e riflessi, direi che possiamo escludere come causa la protrusione discale.
Ora la domanda è: qual'è la causa?
Ti fa male il collo? (ruotandolo, inclinandolo di lato, piegandoti avanti o indietro)
Hai fatto un ecografia/risonanza magnetica della spalla?

Considera che quando c'è un dolore irradiato, nella maggioranza dei casi l'origine è a livello della colonna vertebrale.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« Risposta #2 il: Giugno 12, 2011, 10:31:05 pm »
Se non hai perdita si sensibilità, forza e riflessi, direi che possiamo escludere come causa la protrusione discale.
Ora la domanda è: qual'è la causa?
Ti fa male il collo? (ruotandolo, inclinandolo di lato, piegandoti avanti o indietro)
Hai fatto un ecografia/risonanza magnetica della spalla?

Considera che quando c'è un dolore irradiato, nella maggioranza dei casi l'origine è a livello della colonna vertebrale.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Prima di tutto mi permetta di ringraziarla per la risposta e per il tempo dedicatomi. ;)

Purtroppo sulla causa nessun specialista sin qui consultato ha saputo offrirmi una diagnosi sicura.

Agli specialisti che ho  consultato ho fatto sempre presente che svolgo un lavoro piuttosto sedentario  che mi costringe a stare diverse ore di fronte al pc che  pratico il ciclismo come attività sportiva nel tempo libero, due attività che certamente affaticano un pò il rachide cervicale; tuttavia faccio sempre degli esercizi di strerching mirati alla mobilità del rachide proprio per dare sollievo a questa zona.

Il collo; di solito;  non mi fa male quando lo muovo, tranne nei momenti in cui soppravvengono delle contratture, la cosa "strana" è che la mattina stò molto meglio della sera e che eventuali dolori al collo si manifestano con l'avanzare della giornata, i dolori; quando presenti; sono sui lati del collo (penso nella zona muscoli elevatori della scapola), ma alcune a volte si presentano anche sul  davanti alla base del collo e sulla spalla (proprio nei due punti dove inizia e finisce l'osso della clavicola), mentre una contrattura è sempre presente sul muscolo elevatore della scapola destra alla base del collo.

Nel fare stretching l'unico dolore sempre presente é  quando allungo i muscoli dello scaleno destro (inclinando la testa verso sinistra) con il braccio piegato dietro la schiena.

Durante questi mesi ho fatto alcune sedute di ginnastica posturale che però mi hanno fatto più bene che male, in particolare nell'ultima seduta il fisioterapista ha cercando di forzarmi un pò l'articolazione della spalla che ha suo dire era "congelata" per cercare di recupare un pò di articolarità; il giorno seguente ho avuto delle contratture muscolari terribili proprio sul fianco del collo del destro tanto che non riuscivo più a girarlo dalla parte opposta (verso sinistra).

A casa uso un elettrostimolatore che ha anche un programma specifico per la cervicale (Tens), due elettrodi vanno messi sul collo, mentre gli altri due vanno poco sopra le scapole, se abbasso un pò questi ultimi portandoli appena sotto la scapola le scosse, per quanto deboli, mi fano male eil dolore parte da sotto la scapola e sale fino al lato del collo (dietro l'orecchio).

Quando il dolore è abbastanza rilevante avverto una fastidiosa sensazione di pesantenzza al collo, non alle spalle, che mi porta ad avere una postura con la testa rivolta verso il basso.

Ho anche fatto delle analisi alla spalla, RM e ecografia, la RM non ha rilevanto particolari problemi , anche l'ecografia ha rilevato ben poco se non una contrattura del muscolo del trapezi che secondo l'ecografo poteva avere la sua causa nel tratto cervicale e infatti mi fu consigliata la RM di cui sopra.
« Ultima modifica: Maggio 04, 2014, 12:12:01 am da dr. Massimo Defilippo »

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« Risposta #3 il: Giugno 14, 2011, 01:12:49 am »
dario,
spalla e collo non si possono considerare in maniera separata, spesso guarisco dei colli trattando spalla, clavicola e scapola o viceversa.
Il punto è qual'è il tipo di causa, se al mattino stai meglio possiamo escludere il disturbo di tipo discale, ma considerando che il dolore non è legato ai movimenti possiamo escludere muscoli e articolazioni.
Di problema osseo nemmeno a parlarne, quindi rimangono legamenti e capsule articolari, oppure disturbi di circolazione.
Il mal di testa è spessissimo di tipo tensivo, le aderenze a livello del tessuto connettivo sono spesso la causa del dolore.
Io ritengo che ci il tessuto tendineo e legamentoso possa provocare i sintomi, sia quello legato alla spalla che quello legato al collo.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re: Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« Risposta #4 il: Giugno 14, 2011, 09:50:09 am »
dario,
spalla e collo non si possono considerare in maniera separata, spesso guarisco dei colli trattando spalla, clavicola e scapola o viceversa.
Il punto è qual'è il tipo di causa, se al mattino stai meglio possiamo escludere il disturbo di tipo discale, ma considerando che il dolore non è legato ai movimenti possiamo escludere muscoli e articolazioni.
Di problema osseo nemmeno a parlarne, quindi rimangono legamenti e capsule articolari, oppure disturbi di circolazione.
Il mal di testa è spessissimo di tipo tensivo, le aderenze a livello del tessuto connettivo sono spesso la causa del dolore.
Io ritengo che ci il tessuto tendineo e legamentoso possa provocare i sintomi, sia quello legato alla spalla che quello legato al collo.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
Ma se la causa fossero queste aderenze del tessuto connettivo, c'è qualche analisi che le può rilevare? Qual'è l'approccio terapeutico consigliato nel caso si sia in presenza di questa patologia? Il termine generico "spalla congelata" include anche questo tipo di problemi.

Grazie nuovamente per il supporto e l'aiuto.

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1570
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re: Cervicale o periartire scapolo-omerale ?
« Risposta #5 il: Giugno 16, 2011, 12:03:37 am »
Dario,
non ci sono analisi, solo l'esame clinico le rileva.
Dove hai trovato il termine spalla congelata? Hai i movimenti molto bloccati?
L'approccio terapeutico che utilizzo io sono 4 sedute di terapia manuale che liberi aderenze, nel frattempo controllo che le articolazioni e le ossa siano in asse e si muovano correttamente, in caso contrario le riassetto.

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista