Fisioterapia per tutti

Post recenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6 [7] 8 9 10
61
Fisioterapia Ortopedica / Re:fitte inguini e dolori alle anche
« Ultimo post da Marco73 il Ottobre 20, 2017, 11:04:54 pm »
Buonasera Dottor Defilippo,settimana scorsa sono andato a Bologna per avere una conferma di cio' che sosteneva un medico qua a Cagliari..A bologna,nel reparto di artroscopia dell'anca sostengono che non ho nessun conflitto femoro acetabolare,hanno visto l'edema ma non riescono a capire da dove parta l'infiammazione.
Oggi ho fatto la termoablazione con radiofrequenza delle faccette..Il beneficio e'immediato?Dopo quanto tempo potranno essere ripetute?
Saluti,Marco
62
Fisioterapia Ortopedica / Re:Yoga kundalini e tendinite capo lungo bicipite
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Ottobre 20, 2017, 02:45:22 pm »
Elena,
in linea di massima no perché il tendine soffre soprattutto per movimenti ripetitivi durante le attività lavorative e sportive, tuttavia se senti dolore puoi saltare alcune posture.
Alcuni esercizi di rinforzo possono aiutare in caso di tendinite del capo lungo del bicipite, in particolare quelli per rafforzare:
1. I muscoli romboidi,
2. Il gran dorsale,
3. Il grande rotondo.
Se sei in palestra potresti chiedere a qualche istruttore di aiutarti, altrimenti ho una pagina sul mio sito con tutte le spiegazioni e le illustrazioni:
http://www.fisioterapiarubiera.com/cura/esercizi-di-riabilitazione-per-la-spalla

Se non bastasse, la fisioterapia e l'osteopatia possono essere utili se trovano la causa del problema.

Non dimenticare che in certi casi la spalla può risentire anche del malfunzionamento degli organi, per esempio il fegato, quindi come sempre consiglio una dieta naturale.
63
Fisioterapia Ortopedica / Yoga kundalini e tendinite capo lungo bicipite
« Ultimo post da elenaandri il Ottobre 20, 2017, 02:34:15 pm »
Salve, vorrei sapere se lo yoga kundalini, per il quale molte asana prevedono il mantenimento delle braccia sollevate a volte anche oltre le spalle, è controindicato in caso di tendinite al capo lungo del bicipite con formazioni ossee sull'acromion.
Preciso che faccio regolarmente ginnastica posturale e tengo la patologia sotto controllo.
Ringrazio e attendo cortesemente riscontro.
64
Fisioterapia sportiva / Re:Ecografia bicipite femorale sn
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Ottobre 16, 2017, 04:28:12 pm »
Marafiore,
puoi andare da entrambi, in teoria per fare le terapie come la Tecar dovresti avere la prescrizione di un medico, va bene anche il medico curante.
Ci sono alcune controindicazioni, quindi serve la ricetta del medico.
Per me la terapia è molto semplice, però non sò com'è organizzato il centro di fisioterapia in cui andrai.


65
Fisioterapia sportiva / Re:Ecografia bicipite femorale sn
« Ultimo post da Marafiore10 il Ottobre 16, 2017, 10:55:13 am »
Cosa mi conviene fare andare da un fisioterapista o ortopedico? Io ho fatto una cura di antinfiammatori e riposo assoluto (sono fermo da 14giorni). Ho ancora un po' di colore quando sto in piedi per molto tempo.
66
Fisioterapia sportiva / Re:Ecografia bicipite femorale sn
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Ottobre 16, 2017, 03:21:54 am »
Marafiore,
purtroppo non vuol dire niente perché non c'è scritta la struttura lacerata.
Area anecogena significa liquida, cioè può essere un ematoma o un versamento di liquido infiammatorio (un'infiammazione).
Non sapendo dov'è, posso ipotizzare che sia un muscolo, anche perché dietro al ginocchio c'è la cisti di Baker e l'inserzione di alcuni muscoli flessori: bicipite femorale, semitendinoso e semimembranoso.
In caso di lesione muscolare, 19 millimetri non sono pochi, con le terapie potresti guarire in 15/20 giorni di trattamento e poi si può tornare gradualmente all'attività sportiva.
67
Fisioterapia sportiva / Ecografia bicipite femorale sn
« Ultimo post da Marafiore10 il Ottobre 15, 2017, 09:56:37 pm »
Buon giorno durante un allenamento ho sentito una fitta dietro il ginocchio sn e subito dopo sono caduto perché la gamba  i ha ceduto.
Eseguita una ecografia mi è stato riscontrato 1\3 inferiore area anegogena per cm 1.9 max lunghezza per esito dislacerativo. Cosa significa cosa devo fare e quanto tempo ci vuole per riprendere ad allenarmi. Vi chiedo aiuto xké la mia società è latitante quando ci facciamo male. Grazie.
68
Fisioterapia sportiva / Re:Infiammazione tendini inserzionali degli ischio crurali
« Ultimo post da Lamax il Ottobre 14, 2017, 08:57:55 am »
Grazie della risposta. Penso anche io le stesse cose, riprenderò ma senza strafare ed evitando alcune cose potenzialmente dannose. Riguardo allo stretching, senza di esso non sarei uscita dalla tendinite passata, altro toccasana sono stati gli esercizi per gli addominali, fatti tutti i giorni, 20' min.
Lo scorso anno purtroppo dovevo stare seduta su sedie di legno tutte le mattine, ero insegnante di sostegno, ed è stato "devastante", per cui avevo bisogno dello stretching anche se serale.
Lo consiglio all'utente che ha aperto il post. Oltre che  se può di alzarsi spesso, nel mio caso non era possibile.
69
Lamax,
Quello che mi sento di dire è che non sempre il referto dell'esame corrisponde ai sintomi.
Mi spiego meglio, alcune persone hanno ernia del disco, tendinite, ecc., ma non hanno sintomi.
Altri hanno esami perfetti, ma lamentano forti dolori.
Quindi, tu non farti terrorizzare dai medici, fai quello che ti senti senza strafare.
Se non senti dolore corri, se torna fermati e fai delle terapie.
Non si può prevedere in anticipo se si verificherà una lesione, quello che posso dirti è che alcune persone sono più soggette di altre.
Fai un buon riscaldamento, non esagerare ed eventualmente fai stretching se la coscia è rigida, altrimenti non è così importante.



70
Fisioterapia sportiva / Re:Infiammazione tendini inserzionali degli ischio crurali
« Ultimo post da Lamax il Ottobre 14, 2017, 04:55:34 am »
Buongiorno,
Ho sofferto anche io agli ischiocrurali, la situazione però all'ultima eco pare degenerata. Tra l'altro al momento non ho grandi dolori perché non sto seduta tanto come l'anno scorso, avendo cambiato tipo di lavoro.
L'anno scorso ebbi una grave tendinopatia all'hamstring sx. Premessa: faccio attività sportiva: corsa su strada e pista. Al controllo dopo un anno la situazione risulta: "permane importante ispessimento (3,2cmq-v.n.<1.2cmq) del tendine congiunto all'inserzione (che evidenzia anche calcificazioni entesopatiche) con aree di lacerazioni intratendinee ed incremento del segnale power doppler(score 2) all'entesi.Permane sempre un ispessimento tendinopatico (4,3 mm) del tendine semimembranoso."

Sono andata in realtà a fare un'eco all'altra gamba la destra per sospetto strappo (poi riporto referto) e per caso mi controlla la sinistra e rimango di sasso, dato che non ho più il dolore acuto.

Continuo col referto:
A carico della coscia destra: lesione muscolare di II GRADO al passaggio muscolo-aponeurotico di 2.5 cm di estensione MAX (II grado) del bicipite femorale. Coesiste anche qui un'importante tendinopatia del semimembranoso con ispessimento tendineo di 7 mm (quasi il doppio del contro laterale) e calcificazione intratendinea non inserzionale (verosimile esito di lesione). Coesiste un ispessimento in toto del tendine congiunto dell'hamstring (1,6cm) di modesta entità anche se con evidenza anche di segnale power doppler inserzionale (score 1/3).

Durante quest'anno mi sono allenata poco a causa di ripetuti infortuni. Tra cui una microfrattura al secondo metatarso del piede destro. Come sia potuto peggiorare in tal modo il tendine al sinistro non si spiega e sopratutto l'assenza di dolore, o il solo dolorino post corsa ma gestibile (non ho preso quasi mai anti infiammatori). L'ecografista mi ha terrorizzato dicendo che posso incorrere nella rottura del sinistro.
Volevo poi sapere i tempi di recupero per la lesione muscolare, al momento sono ferma 1 mese, anche se ho provato a correrci 5' diverse volte, dato che una prima diagnosi errata fatta in un altro studio era "assenza lesioni".....
Volevo un suo parere sul resto. Grazie in anticipo
Pagine: 1 2 3 4 5 6 [7] 8 9 10