Fisioterapia per tutti

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10
1
Elena,
si, la pallina per l'automassaggio può aiutare, è tra le terapie indicate per la sindrome del piriforme e per i trigger point del piriforme attivi.
2
Fisioterapia sportiva / Re:Tendinopatia ischio crurale inserzione tuberosità ischiatica
« Ultimo post da ElenaG il Novembre 17, 2017, 05:51:31 pm »
Salve Dr. eccomi dopo tanto tempo.
Fortunatamente ho risolto con tecar ma le onde d'urto non me le hanno volute fare perché mi hanno sempre detto che oltre ad essere super dolorose , sulle donne, visto la vicinanza con apparato genitale, non sono consigliate.
Adesso sto facendo Mezier per un problema posturale, ovviamente ho il piriforme dx (e a quanto pare è sempre stato così) infiammato che come mi siedo schiaccia il nervo sciatico.
Sto facendo automassaggi con pallina più trattamento dal fisio quando faccio Mezier. Pensi la pallina fatta tutti i giorni possa aiutarmi?
3
Fisioterapia Ortopedica / Re:Distorsione caviglia: legamento PAA irritato
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Novembre 16, 2017, 02:29:45 pm »
Mark,
effettivamente, dopo 4 anni non possiamo essere sicuri che la causa sia quella.
In ogni caso io sono contrario all'immobilizzazione, abbiamo un corpo che ha dei "pezzi di riserva" e li può sfruttare.
Mi spiego meglio, se rompi un muscolo, ce ne sono altri che possono svolgere il suo compito.
Idem per i legamenti, si rompe il peroneo-astragalico-anteriore, ci sono altri legamenti e tendini che possono stabilizzare la caviglia, quindi non ti preoccupare.
Ora, la rieducazione propriocettiva sarebbe il top, provo ad allegarti un video.

https://youtu.be/GrdHUS0T_2A

4
Fisioterapia Ortopedica / Re:Distorsione caviglia: legamento PAA irritato
« Ultimo post da mark il Novembre 16, 2017, 12:46:05 am »
Dottore grazie della risposta.

Il medico nella sua relazione, per descrivere quanto riscontrato durante la visita parla di algia.

Nel timore che ci fosse una rottura del legamento, mi era stata consigliata astensione dal carico e un tutore bivalve, prescrizione che ho seguito alla lettera per circa 4 settimane. Alla fine di questo periodo sentivo la caviglia letteralmente come se fosse un pezzo di legno quando provavo una camminata veloce.

L'immobilità è stata sicuramente inutile e dannosa, in quanto a soli quattro giorni dall'evento, a causa di un'emergenza mi sono visto costretto a far le scale di corsa senza le stampelle, rendendomi conto di non aver alcun fastidio o dolore.

A rallentare il processo di guarigione è anche la sedentarietà e mancanza di attività fisica che, visto il perdurare del problema descritto, vorrei iniziare seriamente solo adesso.

A tratti durante determinati manipolazioni forzate del piede o durante una breve corsetta, si avverte la sensazione piacevole che sia ha quando si muove un arto rimasto troppo a lungo fermo.

Possibile che a distanza di quasi quattro anni parte dell'articolazione sia ancora bloccata e che l'attività quotidiana del camminare, pur se minima, non la abbia sbloccata ?
5
Fisioterapia sportiva / Re:Infortunio bicipite femorale
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Novembre 14, 2017, 12:13:56 am »
Si,
è possibile che non passi dopo mesi, potrebbe essere anche uno stiramento.
Durante la partita, il tuo muscolo è caldo e non senti il dolore, tuttavia la contrattura/stiramente non sparisce.
6
Fisioterapia Ortopedica / Re:Distorsione caviglia: legamento PAA irritato
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Novembre 14, 2017, 12:10:49 am »
Mark,
l'attività fisica ha un effetto benefico sul corpo e sulle infiammazione, infatti stimola la circolazione sanguigna e quindi previene le congestioni di sangue e altri liquidi.
Sicuramente ti consiglio di continuare a fare attività fisica.

Quello che mi hai descritto somiglia ad un algodistrofia, è una parola complicata che non significa quasi niente, ma i pazienti dopo un infortunio possono avere un dolore cronico.
Se non ci sono altri problemi che possono causare questo disturbo, la magnetoterapia può essere una terapia indicata per l'algodistrofia.
Tuttavia devi chiedere al medico se concorda e se hai controindicazioni, sai senza vederti faccio solo delle ipotesi.
Se non bastasse, credo che un osteopata possa sbloccarti le articolazioni. Dopo una distorsione, la prima cosa che faccio sono delle manipolazioni.


7
Fisioterapia sportiva / Re:Infortunio bicipite femorale
« Ultimo post da lnd1965 il Novembre 13, 2017, 05:07:00 pm »
Grazie mille dottore.
Le segnalo che il dolore é al centro della coscia. Se trattasi di contrattura é possibile che non passi dopo mesi e anche un mese e mezzo di inattività? E poi perché il dolore mi si ripresenta solo il giorno successivo e non durante lo sforzo!?
8
Fisioterapia sportiva / Re:Infortunio bicipite femorale
« Ultimo post da dr. Massimo Defilippo il Novembre 13, 2017, 03:55:54 pm »
Topic,
senza vederti posso solo fare delle ipotesi.
Se il dolore è al centro della coscia, probabilmente la causa è una contrattura muscolare.
Se ti fa male dietro al ginocchio, è possibile una tendinite.
Puoi chiedere al massaggiatore della squadra (se c'è) di fare un massaggio al bicipite femorale se il dolore non è dietro al ginocchio, altrimenti hai bisogno di fisioterapia.
9
Fisioterapia Ortopedica / Distorsione caviglia: legamento PAA irritato
« Ultimo post da mark il Novembre 13, 2017, 02:26:42 pm »
A seguito di una distorsione in inversione alla caviglia verificatasi quasi quattro anni fa, mi è stata diagnosticato un inspessimento del legamento peroneo astragalico anteriore per esiti distrattivi stabilizzati, come confermato dalla risonanza magnetica eseguita con un apparato a 3 tesla il mese scorso.

La caviglia è tornata alla quasi normalità già pochi mesi dopo l'infortunio, senza che abbia mai sentito alcun dolore o instabilità durante l'attività fisica, ad eccezione di una fastidiosa irritazione cronica nella zona del legamento PAA, avvertibile quasi esclusivamente da fermo.

In occasione di lavori domestici o esercizi di stretching che hanno sollecitato particolarmente la parte interessata, talvolta il fastidio scompare del tutto per giorni o settimane, dando l'impressione che determinati sforzi apportino immediato beneficio alla parte affetta dal problema.

L'ortopedico ha attribuito la problematica ai recettori nervosi della parte interessata, suggerendo di seguire un apposito programma di fisioterapia.

Per quanto possibile tramite internet, gradirei un parere medico, magari sulla base di casi simili trattati e sulla eventuale possibilità che il disturbo scompaia col tempo e l'ausilio dell'attività fisica.

Saluti e grazie.
10
Fisioterapia sportiva / Infortunio bicipite femorale
« Ultimo post da lnd1965 il Novembre 13, 2017, 12:33:15 pm »
Salve a tutti,

spiego brevemente la situazione.
Ho 28 anni, normopeso, sempre attivo fisicamente (circa 3-4 volte a settimana, spesso calcio). Nel mese di maggio ho partecipato ad un torneo nazionale con la mia squadra di calcio amatoriale. Dopo 5 partite racchiuse in 4 giorni consecutivi ho cominciato ad avvertire un fastidio a livello del bicipite femorale. Per tutta l'estate tuttavia ho continuato a giocare a calcetto, tennis, beach-volley etc con il risultato che durante la pratica non avvertivo alcun dolore mentre spesso il giorno successivo quando contraevo il muscolo sentivo una fitta a livello del bicipite femorale (fitta sopportabile ma comunque presente). Al che a settembre sono andato da un fisioterapista che mi ha consigliato stretching e corsa lenta per una decina di giorni. Il risultato è che appena avviavo una sessione di corsa più sostenuta il giorno successivo provavo sempre lo stesso fastidio. Allora il fisioterapista palpandomi ha ipotizzato piccole lesione al grande adduttore ed al bicipite femorale. Ho quindi sospeso le attività (sia corsa lenta che stretching) per circa un mese e mezzo, abbinando 7 sedute di tecar e laser per l'adduttore e 5 per il bicipite femorale e così ho ripreso gradualmente l'allenamento. Sono circa due settimane che ho ripreso anche l'attività calcistica con il risultato che i giorni successivi ad allenamenti leggermente più tirati o a gare dove gioco più di 45 minuti avverto il solito fastidio del giorno dopo al bicipite femorale (durante gare e allenamenti, a seguito di un buon riscaldamento non sento veramente nulla!!). Questo fastidio del giorno dopo lo avverto solo se indurisco volontariamente (ed in un determinato modo) il muscolo e dopo circa 1 giorno scompare.

Tutto ciò secondo voi da cosa potrebbe dipendere?
Grazie
Pagine: [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10