Fisioterapia per tutti

Tendinopatia ischio crurale inserzione tuberosità ischiatica

Tendinopatia ischio crurale inserzione tuberosità ischiatica
« il: Luglio 22, 2017, 12:20:21 am »
Premesso che ho scoliosi, faccio posturale e utlizzo plantari da febbraio ho un dolore atroce ai muscoli ischio crurali. La prima eco rilevò semitendinoso infiammato su tuberosità ischiatica, mi sembrava di avere un coltello piantato ogni volta che mi sedevo. Mi.consigliarono onde d'urto ma il medico sportivo mi fece tre infiltrazioni: una sul bicipite femorale, due sula tuberosità. Poi mi disse gradualmente di riprendere attività fisica ma il dolore mai passato del tutto.Chiropratico mi ha aggiustato bacino, piano piano sono tornata a camminare a passo tranquillo per un'ora solo presa da entusiasmo ho fatto quattro piani di scale, allungamento muscoli con corda ed è ripartito dolore atroce. Di nuovo muscoli retratti, dolore micidiale sotto il gluteo, nuova ecografia e solita diagnosi:entesite in prossimità tuberosità ischiatica. Mi consigliano nuovamente onde d urto ma nessuno vuole farmele perché dicono che la zona per la donna è troppo delicata. Sono a.sei sedute di tecar ma nulla...cammino piano...in più ho una borsite sotto il piede che sto curando? È da febbraio che non faccio vita, se mi accoscio dolore assurdo all'inserzione...che devo fare?

Online dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1518
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:Tendinopatia ischio crurale inserzione tuberosità ischiatica
« Risposta #1 il: Settembre 06, 2017, 04:30:21 am »
Elena,
Non capisco perché non ti facciano le onde d'urto, che probabilmente ti aiuterebbero.
Per il resto, credo che tu debba continuare a muoverti, camminare e se non riesci puoi provare a nuotare.
Stare ferma è solo peggio, non lo dico io, ma gli studi scientifici.
Non ti focalizzare troppo sull'ecografia, del resto se il dolore è nella parte posteriore della coscia, la prima cosa che farei è un trattamento in quella zona perché il problema potrebbe essere locale.

Dr. Massimo Defilippo fisioterapista