Fisioterapia per tutti

dolore entrambe le anche+dolore inguine

dolore entrambe le anche+dolore inguine
« il: Agosto 25, 2011, 03:59:08 pm »
Salve a tutti,
di seguito cerco di descriverLe la mia situazione ed il percorso effettuato per arrivare a Lei.
Ho 35 anni e pratico sport dall’età di 7/8 anni. Corro in maniera amatoriale sistematicamente da quando ne ho 25 alternado la piscina.
Preciso che ho sempre avuto una corsa mollto sofferente soprattutto nei primi 10/15 min di allenamento. Corro almeno 5 volte a settimana di cui 3 volte al mattino presto per 50 min ed il fine settimana per 1h e mezzo arrivando nell’ultimo periodo anche alle due ore.( sono pressoché fermo da inizio anno con la corsa, vado in vece quasi regolarmente in piscina nuotando esclusivamente con le braccia utilizzando un galleggiante tra le gambe per non sforzare il bacino). Il ritmo di corsa è blando circa sette minuti a km
Ad inizio anno avverto un dolore all'anca destra che diversamente ai soliti dolori non scompare durante la corsa ma al contrario aumenta al punto di dovermi fermare.
Anche a riposo il dolore non scompare e decido di fare un'ecografia che evidenzia uno strappo nella zona dell'inguine.
Cesso le attività sportive e il dolore diminuisce ma non sparisce. Ho enormi difficoltà alla guida dove a seguito di percorrenze lunghe mi sopraggiunge un dolore nella zona inguinale dx che mi rende dolorosa la guida e soprattutto frenare.
Rifaccio un’altra ecografia a distanza di qualche mese ( evidenzia un miglioramento della situazione) non rimango convinto e mi rivolgo ad un fisiatra che mi diagnostica la sindrome del piriforme da un lato e dall’altra mi evidenzia la possibilità di un’ernia che però mi viene scongiurata dalle successive ecografie.
Prendo informazioni su questa sindrome ma il mio tipo di dolore non corrisponde.
Faccio anche due tac entrambe negative e un’altra ecografia.
Nel frattempo il mio dolore inizia a “ruotare” nel senso che non è sempre nello stesso punto sia all’inguine che alle anche.  Alcune volte è posteriore altezza gluteo altre volte è più frontale accanto all'inguine altre volte è laterale all'altezza dell'intersezione col bacino. Allo stesso tempo il dolore si trasferisce anche all'anca sinistra e spesso è presente in entrambi i lati. Non coincide quasi mai nel senso che o si manifesta all’inguine o alle anche.
Mi vengono ordinate alcune sedute da un’osteopata il quale mi visita e mi dice che i problemi scaturiscono dal disallineamento del mio corpo e del bacino in particolare.
Dopo qualche seduta in cui non ho alcun beneficio decido di cercare un altro consulto.
Mi consigliano un fisiatra molto famoso( per privacy non dico il nome) riesco ad avere una visita e mi dice che la mia situazione è un pò particolare nel senso che genericamente ho una sindrome da eccessivo affaticamento che ha compromesso tutta la zona del bacino penalizzato anche da una cattiva postura che nel tempo il mio corpo non ha più gestito.
Come dicevo il mio dolore non si presenta sempre nello stesso punto ed effettivamente il giorno della visita il mio dolore è nella zona del gluteo. Il dottore mi diagnostica la sindrome del gluteo medio mi ordina di cessare assolutamente la corsa ma di non fermare le attività fisiche e di fare pertanto piscina e bici. Mi consiglia di non assumere alcun farmaco e che la situazione va ristabilita gradualmente in maniera naturale.
Per il dolore all’inguine invece si dice convinto di un’ernia(bilaterale); molto cortesemente mi accompagna allo studio di un collega il quale effettuando l’ecografia in maniera dinamica evidenzia un’ernia bilaterale.
Fisso una visita con un chirurgo addominale il quale mi conferma la presenza dell’ernia bilaterale e mi dice di operarmi. Molto onestamente mi dice pure che non può assolutamente confermarmi se i dolori cesseranno e se i dolori alle anche dipendono dall’ernia e che è necessario “aprirmi” per poter essere più preciso.
A questo punto torno in sicilia e preso un po’ dalla confusione mi metto alla ricerca di informazioni su internet.
Lascio perdere le spiegazioni puramente teoriche e invece trovo molta somiglianza con le testimonianze di chi nei forum parla delle problematiche simile alla mia.
Arrivo quindi ai tigger points.
Da quello che molto intuitivamente posso dire è che avvicinerei il mio problema alla trocanterite.
Attualmente la mia situazione è quella di un dolore ad entrambe le anche. Dolore che quando si presenta è fisso, quasi sempre nella zona esterna di entrambe le anche a volte nella zona posteriore del gluteo a volte nella zona dell’inguine spesso quella più alta. Per qualche giorno non compare assolutamente. Ho cercato di fare delle prove per cercare un nesso tra la mia quotidianità  e il dolore.
Ho anche ripreso a correre per distanze e tempi molto brevi rispetto a prima ma non sempre le cose sono collegate.
La notte i dolori mi scompaiono quasi sempre qualche rarissima volta invece compaiono proprio la durante la notte con una senzaione di fitte ad intervalli.
Spero tanto possiate consigliarmi.
Un caro saluto a tutti.

Offline dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1552
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:dolore entrambe le anche+dolore inguine
« Risposta #1 il: Settembre 03, 2011, 09:24:06 pm »
Antonio,
strano che tu non ti sia accorto di niente quando hai subito lo strappo inguinale, ma per quello dovresti fare delle terapie che lo risolvano, come la Tecar® , sempre che tu non abbia controindicazioni.
Se il dolore è posteriore al gluteo, bisognerebbe capire quando è iniziato perché è successo, hai subito traumi o fatto movimenti esagerati?
Una cosa che aiuterebbe è una risonanza lombosacrale per vedere la presenza di protrusioni discali o altre problematiche che possano ripercuotersi a livello dei glutei.
Finora hai fatto solo le sedute di osteopatia?
Se come dice il fisiatra c'è un problema di postura, ti ha consigliato come correggerla? Per esempio dei plantari.

dr. Massimo Defilippo Fisioterapista

Re:dolore entrambe le anche+dolore inguine
« Risposta #2 il: Ottobre 08, 2017, 12:57:33 pm »
Salve Signor Antonio,mio marito ha dei dolori alle anche  simili ai suoi..E' possibile sapere se ha risolto e come?Saluti Francesca