Fisioterapia per tutti

Distrazione pregressa del bicipite brachiale dx

Distrazione pregressa del bicipite brachiale dx
« il: Giugno 05, 2017, 08:51:18 pm »
Buonasera, come da titolo ho da circa un mese ho una distrazione del bicipite brachiale destro. Mi è stato rilevato dopo visita ortopedica e successiva ecografia. Faccio presente che ho 50 anni, sono alto 1,83 e peso 88 kg e da circa 6 mesi avevo ripreso l'attivita sportiva in una palestra di pesistica. Fino a circa 41 anni ho fatto quasi ininterrotamente arti marziali (Tae Kwon Do). In palestra ho fatto sempre ripetizioni veloci con pesi relativamente leggeri. Il problema però si è manifestato una sera dopo la doccia quando ho notato che il bicipite in questione non sgonfiava del tutto come il sinistro. Non mi sono preoccupato più di tanto ritenendo che potessi ugualmente svolgere le attività giornaliere e ovviamente ho smesso di andare in palestra. Dopo circa 20 giorni, oltre al bicipite, ho cominciato ad avvertire gonfiore su quasi tutto il braccio e mi sono deciso per una visita specialistica.
La diagnosi è stata: distrazione del bicipite brachiale dx - edema con deficit venoso. Successivamente ho fatto l'ecografia e il risultato è il seguente: esiti di rottura parziale o parcellare del capolugo del muscolo bicipite omerale in corrispondenza della giunzione miotendinea a cui si associa edema perimuscolare ed edema interfibrillare. Si visualizza iniziale ponte fibroso tra il capo muscolare e il tendine. Si associa tendinite versus tendinosi della cuffia dei ritatori. Regolare appare il flusso arterioso e il deflusso venoso dell'arto superiore di dx. Il dottore mi ha fatto l'ecodoppler al braccio.
Insomma il danno c'è e l'ortopedico mi ha prescritto riposo assoluto con reggibraccio (una sciarpetta), 15 gg. di eparina e Linfadren 2 al dì. Precendetemente ho preso qualche compressa di Bromeda ed avevo notato qualche effetto positivo. Aggiungo che non ho dolore ma il vero problema è il gonfiore del braccio. Il suo colore è normale per cui hanno escluso flebite od altro, ma quello che mi preoccupa è che non tende a diminuire. Parte dalla spalla fino al polso e un po' la mano. L'ortopedico dice che è normale per un danno simile e di dimenticarmelo... comunque vorrei un parere ed eventualmente se fare altri esami specifici.
Rigrazio anticipatamente per la risposta.

Online dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1552
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:Distrazione pregressa del bicipite brachiale dx
« Risposta #1 il: Settembre 06, 2017, 04:19:23 am »
Buongiorno,
scusi per il ritardo nella risposta,
Io non sono molto a favore dell'immobilizzazione, credo che il movimento blando aiuti a stimolare la formazione di fibre muscolari e tendine, inoltre favorisce la corretta disposizione di queste fibre.

Il gonfiore è abbastanza normale, ma generalmente non si estende fino al polso.
Non si capisce bene l'ecografia, prima si parla di deficit venoso e poi dice:
Regolare appare il flusso arterioso e il deflusso venoso dell'arto superiore.

Il fatto che il gonfiore sia iniziato 20 giorni dopo l'infortunio fa intuire che sono due cose indipendenti, anzi non escludo che il problema di circolazione possa aver favorito la lesione.
Io andrei dall'angiologo per capire se c'è qualche esame o terapia da fare, purtroppo vedo tante flebiti, anche nei giovani.

Dr. Massimo Defilippo fisioterapista