Fisioterapia per tutti

Ipoestesia coscia sinistra parte laterale/sospetta radicolopatia

Buongiorno,
Sono nuova e scrivo per il mio fidanzato.
Agli inizi del mese di agosto ha iniziato a lamentare ipoestesia alla coscia sinistra nella parte laterale, così dopo due giorni siamo andati in ps dove é stata fatta visita neurologica completamente negativa ed il neurologo, dato che il mio compagno cmq erano anni che lamentava fastidi nella parte lombare, al gluteo sinistro e alla gamba, ha sospettato una radicolopatia dovuta ad un ernia  e lo ha mandato a fare rmn rachide ls. Di cui riporto esito:

Esame eseguito utilizzando sequenze t1 e t2 pesate condotte secondo piani di scansione assiali e sagittali.
Perdita della fisiologica lprdosi lombare.
Note degenerative sono presenti a carico dei dischi intersomatici compresi tra L1 L2 e L4 L5.
A livello L1 L2 sono presenti formazioni osteofitarie marginali ed edema della spongilosa ossea subcondrale delle limitanti somatiche contrapposte.
A livello L4 L5 é presente ernia discale paramediana sinistra che occupando il forme di coniugazione omolaterale e determina fenomeni complessivi sulla radice nervosa corrispondente; in corrispondenza della elemento della angolo posterò superiore di L5 é inoltre presente edema della spongilosa ossea subcondrale con iniziale ernia intraspongilosa.
Regolare altezza dei corpi vertebrali esaminati. Il canale vertebrale ha una ampiezza nei limiti
Presenza di angioma nel contesto del corpo vertebrale di L2.

Abbiamo portato il referto al curante il quale ha detto che il sintomo riferito( ipoestesia anche se in assenza di dolore in quei giorni.il dolore é venuto subito dopo con un viaggio lungo in macchina) é compatibile assolutamente con l ernia e con i vari problemi alla colonna riscontrati dalla rmn. Gli ha detto di fare fisioterapia per i muscoli contratti, ginnastica posturale e Nuoto.
Dall esordio della parestesia é trascorso un mese e la sensibilità non ê ancora tornata del tutto. La situazione ê migliorata ma non completamente.
Ho consultato telefonicamente un amico neurologo il quale mi ha detto che le fibre nervose sono molto sottili e quindi é necessario molto tempo, anche mesi e mesi.
Volevo chiedere al dott. De Filippo se é d' accordo con tale diagnosi, e volevo sapere  come mai un ernia l4 l5 provochi sintomi alla coscia e non invece alla parte posteriore della gamba. Il curante diceva che dipende dalle fibre nervose coinvolte e quindi la sintomatologia é variabile.
Inoltre volevo capire se l'approccio (nuoto e posturale) sia quello corretto o ci sia da fare altro.
Grazie mille.
Viola

Online dr. Massimo Defilippo

  • *****
  • 1518
  • Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista
    • Fisioterapia Rubiera
Re:Ipoestesia coscia sinistra parte laterale/sospetta radicolopatia
« Risposta #1 il: Dicembre 23, 2016, 05:31:16 am »
Viola,
esiste un nervo chiamato: nervo cutaneo laterale della coscia.
Non sempre i problemi riguardano lo sciatico.
Eventualmente si dovrebbe fare un elettromiografia se ritieni che la zona innervata da questo nervo causi i sintomi.
Puoi controllare su google, ma è la parte superiore e laterale della coscia ad essere interessata.
Come trattamento vanno bene gli esercizi ed eventualmente l'osteopata.

Dr. Massimo Defilippo